cerca nel sito

Laltrasinistra, Powered by Joomla! and designed by 123WebDesign
rischio imminente invalidazione anno scolastico per gli studenti provenienti da comuni vittime del disservizio nei trasporti PDF Stampa E-mail
Scritto da maria grazia cianciulli   

Spettabili Autorità ed Enti. In qualità di Dirigente Scolastico dei Licei “ Tommaso Campanella” di Belvedere M.mo, mi sento in obbligo morale prima che istituzionale, di rappresentarvi il grave disagio che tante famiglie del territorio stanno vivendo in questo periodo a causa dello sciopero che investe il settore trasporti del territorio.

Molti studenti hanno già accumulato un notevole numero di assenze, nonostante, in maniera encomiabile, corrano quotidianamente il rischio di dover ricorrere all’autostop per recarsi a soddisfare quello che è un loro diritto nonché dovere( fino ai 16 anni): la frequenza scolastica. Senza voler entrare nel merito della problematica sindacale e contrattuale, dando atto ai lavoratori che devono essere tutelate le loro posizioni lavorative e stipendiali, ciò che interessa approfondire in questa sede è la responsabilità istituzionale di chi deve garantire il diritto allo studio, prima che l’espletamento del pubblico servizio! Mi chiedo cosa accadrà se, come appare possibile succeda, centinaia di studenti del comprensorio dovessero perdere l’anno scolastico per aver superato il limite massimo di assenze. Chi sarà individuato quale responsabile? Le famiglie che non hanno provveduto ad accompagnare i propri figli, evadendo l’obbligo scolastico?I comuni che non hanno provveduto a sopperire potenziando il servizio di scuolabus? La provincia che non ha trovato soluzioni alternative? La Regione che non provvede a sanare le problematiche che sono alla base del disagio? Qualche responsabile ci sarà! Tra questi non può figurare la scuola, che come sempre è al servizio dell’utenza e si fa carico anche di questa ennesima situazione critica che affligge famiglie che non pretendono nulla di più di aver garantito un servizio essenziale per i propri figli. E’ quindi a nome delle tante famiglie e dei tanti studenti che frequentano le scuole dell’ alto Tirreno cosentino, che vi invito a voler prendere tutte le misure necessarie, in tempi strettissimi, perché non accada l’irreparabile, ma soprattutto perché i nostri giovani ricevano un segnale di attenzione che possa far recuperare in loro quella fiducia nelle istituzioni che tutti noi auspichiamo. Il Dirigente Scolastico Responsabile di procedimento Prof.Maria Grazia Cianciulli - 11.12.2012

* la lettera è indirizzata A S.E. il Prefetto della Provincia di Cosenza , Dott. Raffaele Cannizzaro,  al Presidente Scopelliti, Regione Calabria; al Presidente Oliverio, Provincia di Cosenza; ai Sindaci dei comuni interessati; agli Organi di Stampa

 

Questo sito utilizza i cookie per gestire la navigazione ed altre funzioni.Chiudendo questo banner o cliccando su qualunque elemento di questa pagina acconsenti all'uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, visitare la nostra pagina cookies police.

Accetto i cookie di questo sito.

EU Cookie Directive Module Information